Napoli mille colori: ad aprile la gita-convegno dei soci di Cassa Padana

Sono oltre duecentocinquant’anni che viaggiatori, turisti e perfino alcuni studiosi, increduli dinanzi alla sua trasparenza, lo hanno erroneamente ritenuto frutto di un processo di magia e alchimia di “marmorizzazione” compiuto dal principe di Sansevero.

In realtà, il Cristo velato – ospitato al Museo Sansevero – è un’opera interamente in marmo, ricavata da un unico blocco di pietra. Una perla dell’arte barocca che dobbiamo esclusivamente al magico  scalpello di Giuseppe Sanmartino, che le diede vita nel 1753, e alla fiducia accordatagli dal suo committente, il principe di Sansevero.

Così come il Cristo velato, anche la Napoli sotterranea è una tappa obbligata quando si visita il capoluogo campano.

Scendendo a 40 metri di profondità, nelle viscere della terra, si può compiere un viaggio nella storia lungo ben 2400 anni, dall’epoca greca a quella moderna. Tra cunicoli e cisterne. Tra opere di grande ingegneria civile, lasciate a lungo in abbandono e oggi recuperate, a luoghi suggestivi tutti da scoprire.

Qui, in una città sotterranea che si estende quanto quella di superficie, si attraversano i resti dell’antico acquedotto greco-romano e quelli dei rifugi antiaerei della Seconda Guerra Mondiale, si possono visitare il Museo della Guerra, gli Orti Ipogei, la Stazione Sismica “Arianna” e tanto altro ancora, camminando in un fittissimo reticolo di cunicoli e cavità.

La Napoli sotterranea, quella che non si vede, e la bellezza eterea del Cristo Velato, sono solo due delle tappe più significative dell’intensa gita-convegno dei soci di Cassa Padana che si terrà dal 10 al 14 aprile.

Cinque giorni da trascorrere fra Napoli, la Reggia di Caserta, gli scavi di Pompei, le passeggiate fra le stradine di Sorrento e, sulla via del ritorno, una visita speciale a Villa Adriana, a Tivoli.

Cinque giorni per respirare un anticipo di primavera, il profumo intenso dei fiori d’arancio e di limone, la salsedine dolciastra del mare.

Le adesioni alla gita-convegno sono aperte. In ogni filiale potrete trovare il programma di viaggio che comprende i trasporti (in bus), pranzi, cene e sistemazione in hotel, visite guidate e cena di gala con l’incontro con la direzione di Cassa Padana.