Assicurazioni: un progetto per tutelare salute e serenità

Sono molti gli italiani, ben il 44%, che negli ultimi 12 mesi hanno stipulato una polizza sanitaria privata. L’obiettivo per tutti è quello di  affiancare ai servizi della sanità pubblica la sicurezza di un’assicurazione salute.

A fornire questo dato qualche giorno fa è stata la ricerca Salute 4.0: curarsi nell’era digitale, generazioni a confronto, condotta da Eumetra MR per cercare di valutare la percezione degli italiani sul fronte benessere e salute.

Un dato che non stupisce perché sanità, previdenza e “rischio” longevità sono un nodo cruciale per il nostro Paese, uno dei più “vecchi” al mondo e alle prese con una grave crisi demografica.

E’ ormai consapevolezza diffusa che per costruirsi un futuro più sicuro, tutelando se stessi e i propri cari contempo i propri cari, è necessario proteggersi con un’assicurazione. Che sia un’assicurazione sulla vita oppure per affrontare in modo più sereno le possibili malattie.

Non è quindi un caso se Maria Bianca Farina, presidente Ania, l’associazione che riunisce le imprese assicuratrici, nei giorni scorsi ha stimato per fine anno una crescita dei premi assicurativi del 5% in generale, e del 6% in particolare sui prodotti vita.

Trovare un prodotto e una soluzione adatta alla propria famiglia è facile: basta entrare in una delle filiali di Cassa Padana e chiedere ai colleghi.

La nostra banca offre molteplici soluzioni, firmate da Assimoco e da Assicura. La prima è la storica compagnia assicurativa delle banche di credito cooperativo, la seconda è la società di riferimento di Cassa Centrale Banca.

Fra le tante soluzioni disponibili va segnalata AssiCare un piano sanitario dedicato ai correntisti con prestazioni sia di tipo indennitario che a rimborso spese.