Una famiglia super esperta per la nuova campagna sulla sicurezza informatica

Una mini web serie che si può seguire online oppure su tv, radio, social media e giornali

I Navigati
29 novembre 2021
Novità |  Privati |  Imprese |  Soci |  Territorio | 

C'è una famiglia che da qualche giorno ci sta accompagnando nel mondo della sicurezza informatica. Si chiamano  Navigati e sono i protagonisti di una mini web serie e di una campagna di informazione per un uso sicuro di canali e strumenti digitali promossa dal CERTFin cui partecipano Banca d’Italia, Abi, e moltissime banche italiane fra cui il Gruppo Cassa Centrale di cui Cassa Padana fa parte.

Cresce quindi l’impegno delle istituzioni e del settore bancario, finanziario e assicurativo per la sicurezza informatica, per la prevenzione e il contrasto degli attacchi e per la protezione dei clienti dalle frodi online.

Cresce perché sono sempre più numerose le famiglie italiane che, accedendo tramite computer, tablet e smartphone, scelgono i canali digitali per fare pagamenti, consultare il proprio conto, investire, gestire prestiti e mutui, sottoscrivere una polizza.



Obiettivo di questa campagna è aumentare la consapevolezza e sensibilizzare i clienti ad un uso informato e sicuro degli strumenti e dei canali digitali, per non cadere nelle trappole di quanti sfruttano la tecnologia e fanno leva sulle vulnerabilità del fattore umano.

Protagonista della campagna, che sarà on air fino alla fine dell’anno, è appunto la famiglia Navigati, mamma , papà e figli che sono “esperti in sicurezza informatica” perché si sono informati e hanno imparato i comportamenti virtuosi da adottare per districarsi tra le possibili insidie del web, riducendo il rischio di attacchi e frodi online.

Grazie all’informazione, quindi, anche il web diventa un luogo familiare e protetto in cui si può navigare sicuri. Ecco quindi, alcune semplici regole da seguire per operare online in sicurezza:

 usare password diverse e sufficientemente lunghe, con caratteri alfanumerici e caratteri speciali;
 accedere a Internet tramite i propri dispositivi evitando reti pubbliche e/o aperte;
 installare un antivirus e mantenerlo costantemente aggiornato;
 limitare la diffusione delle proprie informazioni personali online;
 verificare l’attendibilità del mittente prima di aprire eventuali link e allegati;
 in caso di telefonate “sospette”, verificare online il numero di telefono o confrontarlo con i contatti ufficiali della propria banca. In ogni caso, non fidarsi se vengono chiesti dati bancari o altri dati riservati;
 se si pensa di essere rimasti vittima di una truffa o di aver condiviso i propri dati bancari o delle carte di pagamento, contattare immediatamente la propria banca.

È possibile seguire la campagna in TV, Radio, sulle pagine social, sulle testate giornalistiche e sul sito www.inavigati.it creato ad hoc per l’iniziativa e dove si può seguire una miniserie di 8 puntate dedicate alle possibili truffe e trovare materiale informativo, interviste e vari video.