AssiHome, la nostra casa ha bisogno di protezione

In questo periodo post-pandemia, sta crescendo la necessità di dotarsi di un'assicurazione sulla casa. Assicura propone una polizza completa e versatile e adatta a per molte esigenze.

Assihome
16 maggio 2022
Novità |  Privati |  Imprese |  Soci |  Territorio | 

Secondo i dati Istat, nel 2019 circa l'80% degli italiani risultava proprietario di casa. Il resta era in affitto. L’Italia è sempre al vertice tra i paesi europei del G7 sul numero dei proprietari dietro solo a paesi come Romania e Slovacchia dove la percentuale di proprietari supera il 90%.

Ma nonostante questo, i dati sulle coperture assicurative mostrano una realtà differente.

La percentuale delle case assicurate in Italia rimane bassa, come evidenziano i dati dell’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (ANIA).

Circa il 46% delle abitazioni risultava coperta da una polizza antincendio alla fine del primo trimestre 2019, di cui però circa il 20% erano legate al relativo mutuo d’acquisto e, di conseguenza, obbligatorie. La distribuzione risultava inoltre disomogenea all’interno del paese con percentuali che, secondo l’associazione, toccavano un minimo del 10-20% in alcune regioni del Sud Italia.

Qualcosa però sta cambiando.  La pandemia di Covid-19 ha trasformato il modo degli italiani di interagire con la propria abitazione, aumentando l’attenzione per gli spazi domestici e creando nuovi bisogni. Questo prefigura una crescente domanda di servizi accessori che sta portando ad un cambiamento delle abitudini anche in ambito assicurativo.

Un ulteriore impulso alle assicurazioni sulle case sta arrivando anche dalle norme sul Superbonus che prevedono una detrazione fiscale del 110% per le spese sostenute tra il primo luglio 2020 ed il 30 giugno 2022 a seguito di interventi di riqualificazione energetica e antisismica.

Per quest’ultima tipologia di interventi, la cessione del credito ad un’assicurazione e la contestuale stipula di una polizza per eventi catastrofali, dà diritto ad una detrazione fiscale del 90% sul premio pagato anziché dell’attuale 19%.

In questo contesto così mutevole, un posto di grande interesse lo ricopre la polizza AssiHome di Assicura, la società del nostro Gruppo Cassa Centrale Banca per i prodotti assicurativi (le nostre filiali sono a disposizione per ogni informazione dettagliata).

ASSÌHOME è la polizza multirischi per l’abitazione e la responsabilità civile della famiglia.

Copre incendio e altri danni ai beni (assicura il danno diretto subito dall’abitazione o dall’arredamento contenuto nel suo interno causato da incendio, scoppio, esplosione, implosione. Sono anche assicurati i danni dovuti da fenomeni elettrici, fuoriuscite d’acqua, dispersione di gas ed altre fattispecie di danno, comprese alcune spese da sostenere in conseguenza del danno); furto e rapina (assicurato il furto da parte di terzi delle cose contenute all’interno dell’abitazione, compiuto con violazione delle difese esterne (scasso o rottura delle porte, uso di grimaldelli); responsabilità civile ( assicurata la responsabilità civile in capo all’assicurato e ai suoi familiari conviventi per fatti involontari che abbiano cagionato un danno corporale (decesso o lesioni personali) e/o materiale (danneggiamento di beni) ad un terzo e i fatti involontari collegati alla proprietà e/o locazione dell’abitazione o rientranti nell’ambito della vita privata); l'assistenza (sono assicurate le spese necessarie al reperimento e all’assistenza di artigiani e tecnici per la riparazione di guasti agli impianti e/o elettrodomestici dell’abitazione).

Una piccola cifra al mese che mette davvero in sicurezza noi e le nostre case.

Assicura ha tutti i numeri per essere una compagnia di cui fidarsi. Ha chiuso il 2021 con un +10% della produzione di premi, che supera quota 1,2 miliardi di Euro, e un +18% del portafoglio complessivo, che sale a 6,6 miliardi. 

Sono oltre 257 i milioni di Euro di premi attinenti alla protezione5,7 i miliardi investiti in strumenti finanziari assicurativi e ammontano a 686 milioni i contributi versati nella previdenza complementare. Dati che indicano un aumento del 18% del portafoglio complessivo rispetto al precedente esercizio.

La crescita registrata è decisamente superiore all’andamento del mercato e alle stime di crescita elaborate dall’ANIA per il 2021, che prevedono un aumento dei premi su base annua del 1,8% per il settore Danni (a fronte di un calo del 4,5% dell’RC Auto e di una crescita del 7% degli altri rami) e del 4,5% del settore Vita.

Punto qualificante nella proposta di Assicura è l’elevata attenzione nell’assistenza offerta ai clienti al verificarsi dei sinistri: negli ultimi dodici mesi sono state gestite oltre 24 mila pratiche+ 19% rispetto al 2020, con una percentuale di sinistri liquidati del 91% rispetto agli eventi denunciati.

Assicura è in prima linea anche con la solidarietà. 

Assieme a Fondazione AIRC sta sostenendo alcune borse di studio sulla ricerca contro i tumori pediatrici.

Il vincitore sarà selezionato da AIRC nell’ambito di un bando nazionale (aperto lo scorso aprile e che si chiuderà con l’assegnazione delle borse il prossimo dicembre) e avrà l’opportunità di lavorare per due anni, da gennaio 2023 a gennaio 2025, presso uno degli istituti di ricerca d’eccellenza sul territorio nazionale, per contribuire attivamente allo studio di nuove cure per le neoplasie e migliorare così le aspettative di vita dei bambini e degli adolescenti colpiti dal cancro.

Un impegno, quello verso la ricerca, la cui importanza per tutta la comunità è emersa ancor di più nella drammatica emergenza legata al COVID-19, e che Assicura, di concerto con Cassa Centrale Banca, ha deciso di condividere con Fondazione AIRC, che è oggi il principale finanziatore privato della ricerca sul cancro in Italia grazie alla fiducia di 4,5 milioni di sostenitori e all’impegno di 20 mila volontari.