Aures, una rete di imprese a sostegno delle famiglie

Leno (Brescia) – Sempre più spesso le persone disabili e le loro famiglie si sentono abbandonate, prive di un punto di riferimento da cui essere comprese, accompagnate e sostenute nella loro fragilità, in un ambito complesso, quello della disabilità, dove alle difficoltà umane si aggiungono talvolta anche problematiche di tipo famigliare, gestionale ed organizzativo.

Per cercare di realizzare forme di interazione con il territorio e le istituzioni e realizzare forme di coordinamento ed integrazione di famiglie e persone con disabilità è nata la Rete d’imprese Aures, che riunisce le cooperative “Il Gabbiano”“Collaboriamo”“Il Quadrifoglio” e “Sergio Lana” e che intende migliorare in modo concreto la qualità della vita nell’ambito della disabilità.

Nata a metà del 2018, Aures è impegnata a supportare le famiglie con disabilità per l’orientamento e l’ottimizzazione dei servizi, cercando di creare un territorio accogliente, per stare bene, dove la disabilità non sia emarginante, e ad offrire progetti a misura di individuo e non ad individui a misura di progetto.

Sede della rete d’impresa è Villa Badia di Leno, centro culturale della bassa bresciana e sede di Fondazione Dominato Leonense, realtà da sempre attenta ai bisogno del territorio, impegnata fin dalla sua costituzione nella valorizzazione del sito archeologico del monastero benedettino fondato da re Desiderio nel 758.

L’inaugurazione della nuova sede di Aures è stata domenica 2 dicembre.

Ha introdotto il progetto Vittorio Biemmi, Presidente di Fondazione Dominato Leonense e di Cassa Padana Bcc, e Virna Barbieri, responsabile dell’area Disabilità della Cooperativa Il Gabbiano e coordinatrice della rete Aures.

Sono poi intervenuti un referente dell’Agenzia per la Tutela della Salute (ATS) di Brescia; la dott.ssa Claudia Pedercini, Direttore dell’Azienda Territoriale per i Servizi alla Persona Ambito 9 – Bassa Bresciana Centrale e Ivana Ferrazzoli dell’Associazione Genitori “Insieme”.