In viaggio con i soci: Sicilia, isola della luce

E’ nella Sicilia più vera che si svolge quest’anno il viaggio dei soci di Cassa Padana.
Un tour di 5 giorni e 4 notti che toccherà Palermo, Monreale, Cefalù, Erice, Agrigento. Piazza Armerina e Trapani.

Super contributo ai soci che si iscriveranno entro il 31 gennaio.

Dall’immaginaria Vigàta al forte sentimento di insularità. Un’isola dalla bellezza ammaliante e dalle mille contraddizioni, dalla luce accecante e dagli inquietanti chiaroscuri che Andrea Camilleri racconta nei romanzi storici e nelle avventure del mitico commissario Salvo Montalbano. Tanto Vigàta (Porto Empedocle), affollato microcosmo tipicamente isolano, che Montelusa (Agrigento) sono oggi oggetto di un amore fatale da parte di appassionati lettori, turisti per caso, comitive alla ricerca della perenne primavera e dei sapori forti di una cucina senza rivali.

E’ nella Sicilia più vera (non solo in quella di Camilleri) che si svolge quest’anno il viaggio dei soci di Cassa Padana. Un tour di 5 giorni e 4 notti che toccherà Palermo, Monreale, Cefalù, Erice, Agrigento. Piazza Armerina e Trapani. Un viaggio nel periodo migliore in cui visitare quest’isola: aprile.

Un mese in cui la forza della natura sembra esplodere e regalare a questa terra le sue maggiori meraviglie fra monti, colline, e soprattutto il mare con i suoi incredibili colori, la trasparenza delle acque e la bellezza dei suoi fondali. Tappa d’obbligo in questo tour un tesoro dell’umanità certificato dall’Unesco: l’area archeologica di Agrigento, una delle più importanti città della Magna Grecia.

Un luogo immerso nel verde degli ulivi, dei mandorli che già a febbraio iniziano la profumata fioritura, degli agrumeti e dei vigneti che si estendono verso il mare. E’ qui che la Valle dei Templi ti lascia senza fiato con i suoi imponenti monumenti di 2500 anni fa, quando l’antica Akagras Agrigentum era un centro di potere e di cultura.

Consigli per lettori.

  • Elio Vittorini, Conversazioni in Sicilia.
  • Giuseppe Culucchia, Sicilia o cara. Un viaggio sentimentale.
  • Dacia Maraini, La mia Sicilia.

Consigli per cinefili.

  • Luchino Visconti, Il Gattopardo.
  • Giuseppe Tornatore, Nuovo Cinema Paradiso.
  • Pierfrancesco Diliberto, La mafia uccide solo d’estate.

Consigli per buongustai.

  • Arancini di riso;
  • granita di mandorle;
  • pasta alla norma;
  • sarde a beccafico;
  • pesto di pistacchi.