Il viaggio in Galizia rinviato ad autunno…ma intanto sogniamo: fotogallery

All’estremità occidentale di  questa nostra Europa, oggi devastata dall’epidemia di coronavirus, c’è una Spagna che non ti aspetti. Una Spagna diversa, sconosciuta e misteriosa.

Non pensate alle naccare, al flamenco o alle lunghe spiagge piene di sole. Dimenticate le guglie ardite della Sagrada Familia di Barcellona. Non cercate le meraviglie del Prado e di Madrid.

Questa Spagna è molto lontana dall’idea che il nostro immaginario collettivo ha della penisola iberica. In questo lembo di terra, dove finisce l’Europa, si respira il silenzio della natura.

E’ la Galizia l’altro volto della Spagna, con le sue quattro province: A Coruña, Pontevedra, Ourense e Lugo.

Una terra antica dai ricordi celtici. Che profuma di leggende lontane. Una terra verdissima e battuta da venti. Che si affaccia sull’oceano e con questo si fonde mentre a Finisterre l’abbraccia in un modo quasi mistico.  

La tradizione vuole che quando i pellegrini giungono in questo luogo dalle forti energie spirituali, lascino qui tutto ciò che non vogliono riportare indietro nella loro nuova vita dopo aver intrapreso il cammino.

La Galizia è un mosaico di paesaggi. Un immenso puzzle naturale. Fra boschi e spiagge, isole e fiumi. Fra sinuose montagne e ripide discese rocciose.

La maggior parte dei visitatori arriva in Galizia a piedi, al termine del centenario Cammino di Santiago. Ma non serve camminare per centinaia di chilometri per poter visitare questa verdissima regione che in alcune stagioni dell’anno ricorda l’Irlanda e la Scozia.

Ci andremo insieme in Galizia il prossimo autunno, quando l’emergenza coronavirus sarà rientrata.

Intanto, impariamo a conoscerla. Prepariamoci al viaggio. Iniziamo ad amarla. Attraverso immagini e parole.

Alcuni titoli
Galizia. Viaggio nel cuore scomparso della Mitteleuropa, di Martin Pollack
Guida Narrata di A Coruña. La cittá di cristallo, di Nastasia Fiorentino
La via di Santiago e la Galizia, di Tobias Büscher e M. Castellari
Centosette kilometri attraverso la Galizia. Da Tui a Santiago di Compostela, di Ignazio Ricciardo Rizzo
Cruceiros. Racconti dalla Galizia magica, di E. Passon
A Santiago lungo il cammino del Nord. Oltre 800 chilometri da Irún a Compostela, di Luciano Callegari