Cassa Padana e Handball Leno, insieme anche per questa nuova stagione

Cassa Padana sempre sponsor della Handball Leno. La nuova maglietta e la nuova stagione sono state presentate questa mattina al Forum di Cassa Padana, in piazza Dominato Leonense.

La nuova stagione, ha detto il presidente Antonio Bravi, si apre con entusiasmo e positività data dagli oltre 100 atleti junior iscritti nelle
squadre giovanili, che permettono alla Handball Leno di essere particolarmente presenti su tutto il territorio e anche nei comuni limitrofi.

La conferenza stampa al Forum di Cassa Padana
La conferenza stampa al Forum di Cassa Padana

I più piccoli delle categorie under 11 e under 13 hanno numeri importanti, con squadre per regolamento ancora miste.

In campo maschile i talenti saranno coltivati in under 15, under 17 e under 19, composta da molti ragazzi che già partecipano anche attivamente all’attività della prima squadra.

In campo femminile, specularmente, troviamo le pari età under 15 e under 17, con in aggiunta la under 20 Youth League dove le agguerrite lenesi dimostrano di meritare le prime convocazioni in A1.

La nuova maglietta delle squadre
La nuova maglietta delle squadre

“Sicuramente essere presenti in quasi tutte le categorie giovanili testimonia un lavoro importante ed attento allo sport dedicato ai più giovani” ha aggiunto Bravi, ” punteggiato di soddisfazioni come le convocazioni in nazionale di Sara Andreani, Alessio Belshi e in selezione di Area di diversi altri profili”.

A1 Femminile 2020/2021. Nonostante l’occhio di riguardo che è e sempre sarà riservato al settore giovanile, l’attività senior si affaccia alla prossima stagione con slancio ed entusiasmo.

Dal lato in rosa, l’impegnativa seconda stagione in A1 femminile, massima categoria nazionale che racchiude le dodici migliori squadre di tutta Italia, ha lasciato buone sensazioni, anche se con un stop anzitempo per l’epidemia Covid-19.

Le ragazze guidate dal riconfermato coach Giovanni Bravi hanno saputo offrire un connubio tra dinamiche atlete professioniste e giovani promesse del territorio.

Queste due origini si sono fuse in un team altamente motivato, che contro squadre decisamente più rodate ha sempre occupato una posizione di classifica in linea con l’obiettivo prefissato.

Sugli scudi le atlete locali, cresciute nella “cantera” della bassa, affiancate da giocatrici di caratura internazionale come Nerea Costanzo e Romina Ramazzotti dall’Argentina, Nerea Medina dalla Spagna, Alexandra Kojic e Andela Mesaros dalla Serbia.

Ai blocchi di partenza per la nuova stagione, con spinta rinnovata del vivaio lenese in procinto nell’offrire tanti talenti da valorizzare (compresa Sara Andreani, la giovane del 2003 ormai fissa nel giro della nazionale italiana) l’obiettivo rimane confermarsi ai vertici della pallamano femminile italiana.

A2 Maschile 2020/2021. Sul piano maschile, la stagione appena trascorsa, pur se troncata dalla pandemia, ha portato il team della Handball Leno a raggiungere l’obiettivo della salvezza in un campionato di Serie A2, difficile, complesso e molto competitivo soprattutto per una matricola come la nostra squadra.

I ragazzi di Paolo Baresi hanno dimostrato la maturità necessaria per condurre un campionato a caccia di punti salvezza, sempre focalizzati sull’obiettivo, mai distratti, mettendo in mostra anche buon gioco e numerosi talenti.

Ora li attende un passo in avanti, per un campionato dal sapore di classifica medio alta, magari facendo qualche dispetto alle grandi che saranno presenti ai nastri di partenza.

Si punterà ancora su profili d’esperienza come il portiere Giuseppe Errante, il capitano Loda, sulle geometrie del gioco di un leader come Lorenzo Piletti, ma soprattutto sulla crescita di giovani lenesi che, con un anno di esperienza in più, potranno dare un contributo rilevante alla causa.

Il prossimo campionato sarà anche quello del ritorno a pieno titolo nel nostro nuovo impianto sportivo.

“Lo scorso anno siamo stati un po’ vagabondi per la provincia, in attesa della conclusione dei lavori all’impianto di Via Martin Luther King . Ora siamo definitivamente nella nostra casa, qui costruiremo le nostre vittorie… qui festeggeremo la nostra maturità”.

Si è infatti giunto al 18mo anno di età del club e nella nuova “Handball Arena” cresceremo i nostri nuovi talenti.

Il Comune di Leno ha mantenuto la promessa di riportare le squadre del club sul territorio. Per far ciò, ha accettato un rapporto d’intesa con i vertici del club e l’istituto di credito Cassa Padana, mettendo le basi per il rinnovo dell’impianto di gioco.

Grazie alla sinergia con coach Paolo Baresi, tecnico federale F.I.G.H. e nello staff della squadra nazionale senior femminile, vengono poste le basi per un altro ambizioso progetto in chiave sportiva, ma anche nel campo dell’istruzione e del sociale.

Per la prima volta in Italia viene infatti proposta l’idea di un’accademia dedicata agli sportivi della pallamano, che ponga le basi per la crescita dei talenti più promettenti.

Leno Handball Academy è, infatti, un progetto di studio ed applicazione sportiva rivolto a ragazzi e ragazze che frequentino scuole secondarie di secondo grado.

Il movimento generato attorno alla Handball Leno ha creato grandi speranze e sogni ambiziosi.

Questi vivono, sotto forma delle emozioni che provano ogni giorno i giovani atleti che arrivano con la loro bicicletta agli impianti di gioco, ma anche nei professionisti della pallamano che sanno di essere e Leno per fare la differenza o in generale in ognuna delle 300 famiglie che gravitano attorno al movimento e lo considera un saldo punto di riferimento sul territorio, sia come ambientazione sportiva, sia come motivo di aggregazione sociale. E con la nascita dell’Academy, anche culturale.