Commercio con l’estero: potenziali rischi, ma anche opportunità

Continuano gli incontri che Cassa Padana organizza per i propri clienti e soci su determinati argomenti di economia.

E’ stato un successo nei giorni scorsi il work shop che ha avuto come tema principale i potenziali rischi del commercio con l’estero.

Sono state trattate numerose tematiche fra cui:

. impatto del rischio export all’interno del rischio d’impresa (esamina delle variabili, dei rischi e delle principali criticità del commercio internazionale);

. l’importanza della stipula di un contratto internazionale (Paese di riferimento e conseguente legge applicabile /risoluzione delle controversie);

. coerenza fra metodo di incasso e i termini di consegna della merce ed incoterms contrattuali;

. come mitigare i rischi connessi al commercio estero e coinvolgimento del proprio Istituto bancario anche in fase precontrattuale, per neutralizzare i rischi sopracitati.

Lo scopo della giornata è stato quello di conoscere in modo profondo i potenziali rischi, spesso sottovalutati, insiti nel commercio con l’estero, il tutto finalizzato a mitigare la più grande preoccupazione degli imprenditori: il mancato incasso.

Particolare attenzione è stata data da alcuni aspetti fuori dal perimetro prettamente di competenza di un qualsiasi ufficio estero bancario, ma pur sempre connessi e correlati a doppia mandata ai prodotti, tipicamente bancari, del Trade Finance come lettere di credito, garanzie internazionali, stand by e altro.