Cassa Padana e Comune di Gambara insieme per la Banda civica

a cura di Benedetta Cherubini

Una banda non è solo un insieme di note. Una banda è un gruppo affiatato di elementi che riesce a seguire uno spartito a ritmo non solo di musica ma anche di vita. Una banda è un bene della comunità locale!

Tutti siamo cresciuti con l’immagine delle parate musicali lungo le vie dei nostri paesi durante le celebrazioni ufficiali oppure abbiamo partecipato all’esibizione in teatro di un ensemble sul palco durante l’apertura di importanti eventi.

Chi di noi può dirsi immune a ricordi legati alla maestranza del portatore di grancassa o a quell’aria dolcemente sognante del suonatore di flauto traverso?

La storia ci ricorda che era tradizione per ogni paese avere un proprio corpo musicale, riconoscibile dall’elegante divisa che non tutti si potevano permettere, il cui stemma apposto sul taschino sinistro della giacca era segno di grande orgoglio e privilegio. I bimbi sin dai primi passi alla scuola elementare venivano avvicinati al mondo della musica, ed era così, in modo del tutto naturale, che scattava il ricambio generazionale all’interno del gruppo.

Negli anni lo strumento musicale e le formazioni di simpatici complessini sono stati utilizzati anche da fumettisti e da editori di cartoni animati, proprio perché la loro caricatura riporta ad un’innata allegria, utile per catturare l’attenzione prima di abbracciare una tematica meno briosa.

Il folclore della banda si respira ancora in modo molto forte a Gambara, dove il Civico Gruppo Bandistico Giuseppe Verdi dagli anni ’80 è sempre in prima fila durante le manifestazioni locali.

Composta da 44 giovani strumentisti, provenienti dalla locale scuola di musica, la banda si affaccia anche al di fuori dei confini gambaresi con un repertorio vario ed originale, riscuotendo successi e riconoscimenti in diverse manifestazioni tra cui il primo premio nel 1898 al Concorso di Musica per Banda ‘Diapason d’Argento’ di Gonzaga (MN), la riconosciuta partecipazione con la fattiva collaborazione della Corale Santa Cecilia di Gambara al grande Concerto per il bicentenario della Rivoluzione Francese di Piazza Loggia a Brescia dello stesso anno ed il secondo posto al Concorso Bandistico Nazionale G. Panzini di Condove (TO) nel giugno del 1996.

L’anno 2010 verrà ricordato per la partecipazione al Concorso di Classificazione che si è svolto a Brescia il 26 settembre, occasione in cui il Civico Gruppo Bandistico Giuseppe Verdi di Gambara passa dalla terza alla seconda categoria, con un punteggio pari ad 80 su 100.

L’ultimo decennio dell’ensemble è caratterizzato sia da una nuova sede, in cui ha sede anche la Scuola di Musica, che da sempre più collaborativi sodalizi con la Banda Santa Cecilia di Manerbio e la Zoccoband di Zocco di Erbusco, senza tralasciare un recente percorso in stage con il Maestro Marco Pierobon dedicato a tutti gli strumentisti e culminato in due concerti, a Gambara ed al Teatro San Barnaba di Brescia.

E’ proprio in questi anni che l’attività concertistica nel campo dello spettacolo si fa protagonista per la banda di Gambara. Vengono proposte esibizioni a tema circense o dedicate a momenti storici particolari della storia musicale, oppure ancora esibizioni dedicate al grande rock di cui spicca in collaborazione con il giovanissimo Gruppo gambarese Diatonica la rassegna GambaRock.

Nel 2017 la banda si prepara ad una vera e propria svolta. Dopo 35anni di direzione, il Maestro Arturo Andreoli passa la propria bacchetta al Maestro Domenico Gazzoldi, da anni insegnante e strumentista della banda, che debutterà ufficialmente nel consueto concerto del 1° Maggio presso il Circolo Arci di Gambara.

La svolta a cui si prepara il Civico Gruppo Bandistico Giuseppe Verdi di Gambara per il 2018 è quella della sostituzione delle divise ormai più che trentennali, ricche sì di storia ma slavate dal tempo. Qualche soldino da parte c’è, ma le spese per la gestione dell’associazione sono tante, così ogni anno l’acquisto viene rinviato rischiando però di trascurare quell’eleganza che nella storia era insita alla Banda di paese.

Il Comune di Gambara e la locale filiale di Cassa Padana, dimostrando la loro mission di essere vicine al territorio, hanno così deciso di fare rete per sostenere una tradizione decennale come quella del Civico Gruppo Bandistico ‘Giuseppe Verdi’ lanciando una gara di solidarietà alla cittadinanza per sostenere l’acquisto.

Per questo è stata attivata una campagna di raccolta fondi a cui tutti possono partecipare.

Tutte le persone che sosterranno l’iniziativa verranno formalmente ringraziate durante il consueto appuntamento del concerto del 2 giugno nel cortile del palazzo Lorenzetti di Gambara, dove per la prima volta verrà indossata la nuova divisa.

Campagna di raccolta fondi  per la banda di Gambara (Brescia)

Donazioni individuali di 15€ sul conto corrente del Gruppo Bandistico
(codice iban IT 91 I 08340 54521 000000102299)
Sino alla fine di aprile.

L’impegno di Cassa Padana BCC: duplicare la ‘generosità’
delle donazione
 pervenute fino ad un importo massimo
concordato con l’ente musicale a supporto del progetto.

Per informazioni:
Civico Corpo Bandistico G. Verdi
Tel. 338 4361760

Cassa Padana BCC – Filiale di Gambara
Tel. 030 9956182