Casa Garda, tutti insieme per il bene della comunità e per un nuovo welfare

di Benedetta Cherubini, foto di Roberta Mobini

Leno (Brescia) – Una nuova formula di residenzialità per anziani prende forma nel paese della bassa bresciana. La Comunità Residenziale per Anziani Casa Garda vuole offrire agli ospiti accolti la possibilità di esprimere la propria autonomia in un ambiente famigliare che facilita la relazione. L’inaugurazione si è tenuta sabato 12 maggio.

Dopo i saluti della sindaca Cristina Tedaldi, del presidente di Cassa Padana Vittorio Biemmi e del presidente de «Il Gabbiano», Giacomo Bazzoni, interverranno il responsabile dell’ area Servizi residenziali per anziani della stessa coop, Maurizio Benzoni, e la coordinatrice responsabile di Casa Garda, Annunciata Capuzzi. Nella stessa occasione saranno premiate le associazioni Casa Garda, col presidente Pierluigi Co’, e «Volontari per il servizio sociale lenese», con il presidente Paolo Guerrini.

“La comunità residenziale per anziani”, ha spiegato il presidente Biemmi, “rappresenta un’evoluzione, un ampliamento del centro diurno integrato, peraltro l’unico servizio strutturale che era attualmente presente a Leno rispetto alla fascia degli anziani.

Sappiamo bene cosa è una comunità residenziale per anziani. Da cinque anni la sperimentiamo a Gottolengo. Grazie a una rete progettuale – costituita e mantenuta nel tempo – si è riusciti a creare, per le categorie di anziani che vi possono accedere, condizioni di vita che si avvicinano il più possibile ad un contesto di tipo famigliare. E’ una qualità di vita molto più alta rispetto alla classica casa di riposo. Tutto questo in modo sostenibile, con una retta che è inferiore alla media delle case di riposo e senza alcuna contribuzione pubblica.

In questa iniziativa Cassa Padana, da istituzione che si pone obiettivi di bene comune, coesione sociale e crescita sostenibile delle comunità locali dove è radicata, ha fatto la sua parte, mettendosi insieme ad altri, per la buona riuscita del progetto. C’è stato uno sforzo plurimo e partecipato: credo che questo sia il valore più alto che festeggiamo”. 

“L’immobile ristrutturato, il servizio ampliato rappresentano certamente un valore” ha concluso Biemmi, “il valore più alto però è intangibile, non si vede. E’ il rapporto di collaborazione che ci sta dietro e ha permesso la buona riuscita del progetto. Questo valore intangibile potrà venire buono anche per altre necessità di intervento di cui la nostra comunità lenese avrà certamente bisogno in futuro”.

Cassa Padana, dopo la sperimentazione avviata con la Genesi Impresa Sociale nel 2012 con la struttura residenziale Villa Giuseppina a Gottolengo, è partner attivo dell’iniziativa promossa da Comune di Leno e Cooperativa Il Gabbiano volta alla diffusione di comunità dedite alla figura dell’anziano che, in alternativa ai grandi numeri delle Residenze per Anziani, accolgano un massimo di 24 ospiti in un ambiente capace di offrire protezione e famigliarità, grazie alla presenza di personale qualificato, ma che sappia mettere al centro l’unicità della persona.

Si tratta per la Comunità di Leno di un ampliamento dei posti letto, da 14 a 24, che vanno a sostituire l’ex Centro Diurno con la nascita di una “Comunità Residenziale per Anziani” per rispondere, in modo più puntuale, alle esigenze delle persone e del nostro Territorio.

Chi ha avuto occasione di partecipare all’inaugurazione e di visitare la struttura, è stato accolto dalla cura degli ambienti e dalla ricercata dimensione famigliare, connotazione volta a facilitare la relazione tra gli ospiti e le loro famiglie, cercando di rinnovare il significato di una quotidianità scandita da gesti semplici e conosciuti come quello di preparare un caffè o curare i fiori sotto il portico.

Ascolto, accompagnamento, attenzione e cura sono le parole chiave che ogni giorno accompagnano gli ospiti durante la giornata, proprio perché la Comunità, come tipologia di struttura sociale, per natura si prefigge di mettere al centro la persona con le proprie abitudini, le proprie risorse e potenzialità, valorizzando il più possibile l’individualità di ciascuno attraverso un processo di conoscenza della storia personale, delle abitudini, delle aspettative e delle abilità, per preservare la possibilità di decidere e scegliere.

Casa Garda

comunità residenziale per anziani
Posti letto: 24
via Ospitale 11 – Leno (Brescia)
030 9930282/594
info@ilgabbiano.it

La Comunità Residenziale per Anziani è un’unità d’offerta a ciclo continuo di tipo socio-assistenziale che rientra nella sperimentazione prevista dalla Legge Regionale n. 3 del 12 marzo 2008, con funzione intermedia tra l’assistenza domiciliare semi-residenziale da un lato e la R.S.A. (Residenza Sanitaria Assistenziale) dall’altro. Si rivolge a persone anziane che presentano un grado di compromissione nell’autonomia da lieve a moderata
con assenza di significativi segni di decadimento cognitivo e di disturbi comportamentali.

Il servizio prevede l’inserimento di soggetti con un quadro clinico stabilizzato e bisogni, non tanto e solo abitativi, ma anche di natura psico-relazionale, socio-assistenziale e sanitaria.

Modalità di accesso: richiesta privata

Cassa Padana Bcc
Comune di Leno (Brescia)
Cooperativa sociale Il Gabbiano

Rassegna stampa
Anziani, una risposta su misura (BresciaOggi)